mercoledì, luglio 25, 2007

Solo un merlo. Come tanti.
Nero e becco giallo, come tutti.
Che finisce la sua vita volante sotto le ruote di ciò che non può capire. Come tanti.
L'ultimo sguardo sorpreso rivolto al cielo, le ali sbattono lente.
E quella nocciolina, schizzata dio sa come di tra le piume, che continua a fibrillare
impazzita e sola sul cemento, è solo il suo cuore.
E' solo la morte, ma questo non mi aiuta.