martedì, luglio 11, 2006

Shine on you crazy diamond


Molti, molti anni dopo, l'attacco di un brano spalanca una finestra della memoria, e con una folata prepotente arriva l'immagine di una bambina lasciata sola in una stanza dalle luci basse, con alle orecchie le enormi cuffie morbide dello stereo.
Ad ascoltare la musica dei grandi.
Suoni, colori, pulsazioni, ricordi sepolti ma vividissimi.
T'was my first trip, Syd. Thank you.

17 commenti:

Anonimo ha detto...

A 15 anni sul pier di Hastings (ero al mio primo viaggio studio in Inghilterra) con un minuscolo mangianastri passavo le serate seduto sulle tavole del molo a girare e rigirare una cassetta azzurra della EMI UK, comperata in un negozietto buio e maleodorante nel centro del paesino.
Si parlava di pifferai, biciclette, pianeti che fanno paura, spaventapasseri.
La mia passione per il rock iniziò in quei giorni, e una volta tornato a casa quelle cassette azzurre aumentarono di numero, e molte mie percezioni del mondo non furono più le stesse.
Oggi asolto un cd dalla copertina strana, piena di insetti, e non riesco a trattenere una lacrima, ma anche a non pensare che mai una persona che in fondo non è mai stata veramente in questo mondo ha brillato in modo così lucente da farci credere che era vicino a noi.
N.

Kina ha detto...

-Lime and limpid green, a second scene
A fight between the blue you once knew.
Floating down, the sound resounds
Around the icy waters underground.
Jupiter and Saturn, Oberon, Miranda and Titania.
Neptune, Titan, Stars can frighten-

...secondo me sta conversando con Mozart ora, e di sicuro se la intendono alla grande

Anonimo ha detto...

No, non credo... Mozard non usava Methaqualone o altri prodotti sintetici... tutta un'altra storia... Però ammesso che esista un altro aldilà potrebbe anche essere possibile… dubito però che possano intendersela alla grande. Non ci sarebbero mai riusciti nemmeno in un altro aldiquà...

Kina ha detto...

non pensi che due menti così visionarie e geniali, irrequiete e sregolate, che hanno concepito entrambe musica rivoluzionaria, possano dimostrarsi affini, al di là del tempo e in un luogo dove possono aver finalmente pace?

Anonimo ha detto...

Se mente e spirito possono essere la stessa cosa penso che sia difficile per loro dimostrarsi affini.

Mozart geniale lo era di suo... Syd lo era in altro modo.

Mi piace immaginarli, in tutta tranquillità giocare a carte, pescare o meglio ancora gettare sassi in un fiume, questo si.

tarab ha detto...

...mai definizione fu più azzeccata di crazy diamond, già...

Kina ha detto...

tarab: se non erro, è la definizione a lui data dagli stessi pink floyd...

Anonimo ha detto...

It's awfully considerate of you to think of me here
And i'm much obliged to you for making it clear
That i'm not here.
And i never knew the moon could be so big
And i never knew the moon could be so blue
And i'm grateful that you threw away my old shoes
And brought me here instead dressed in red
And i'm wondering who could be writing this song.

I don't care if the sun don't shine
And I don't care if nothing is mine
And I don't care if i'm nervous with you
I'll do my loving in the winter.

And the sea isn't green
And I love the queen
And what exactly is a dream
And what exactly is a joke.

Questo il testo di Jugband Blues, la sua ultima canzone con i Floyd, prima del crollo.
Il testo si commenta da sè.
N(icola)

Kina ha detto...

sapevo perfettamente chi lei fosse, mister N.
quanto a questo testo, è così felicemente astruso , che le interpretazioni sono molteplici e personali

Anonimo ha detto...

Jugband Blues sembra la risposta a Wish You Were Here, strano perchè Jugband Blues è del '68 http://www.kronic.it/artGet.aspx?aID=38&sID=92

Shine on you crazy diamond '75
Barrett viene allontanato dal gruppo nel '68... mi sembra di capire da Jugband Blues, che lui non fosse molto d'accorto... però non capisco nemmeno il testo di Wish You Were Here... che l'avessero già scritta nel 68 e incisa solamente nel 75... bah??? e adesso basta pace all'anima sua.. speriamo che non venga allontanato anche da Mozart…

Kina ha detto...

possiamo solo intuire, interpretare, supporre...
d'altronde dal momento stesso in cui un'opera d'arte viene creata, essa non appartiene più al suo creatore ma a chi la guarda/ascolta/legge, e non ha quindi un'interpretazione univoca.

Anonimo ha detto...

Secondo me sono solo canzonette...
Un'opera d'arte è un'altra cosa.

Kina ha detto...

dissento completamente...

Anonimo ha detto...

eheheh sei in contraddizione con ...essa non appartiene più al suo creatore ma a chi la guarda/ascolta/legge, e non ha quindi un'interpretazione univoca...

Kina ha detto...

non in contraddiizione, anzi: certa musica io ritengo sia opera d'arte, tu no, ovvero essa non ha interpretazione univoca :D

Anonimo ha detto...

Perfetto attenta come sempre...
Lo diceva anche il tuo oroscopo di oggi...:)

tarab ha detto...

esatto. parlava di lui, quella canzone.